Una visione della bestia

Mi pare di vedere un gran buco nero nero e profondissimo. Comprendo che è profondissimo, ma non ne vedo che l'orifizio, tutto occupato da un mostro orribile. Non è serpe, non è coccodrillo, non è dragone, non è pipistrello, ma ha, di tutti e quattro, qualcosa

Dice Gesù: (CEV) "I Quaderni 1943", p.169 - "Considera il mio Fulgore e la mia Bellezza rispetto alla nera mostruosità della Bestia. Non avere paura di guardare anche se è spettacolo repellente. Sei fra le mie braccia. Esso non può accostarsi e nuocerti. Lo vedi? Non ti guarda neppure. Ha già tante prede da seguire.

Ora ti pare che meriti lasciare Me per seguire lui? Eppure il mondo lo segue e lascia Me per lui.

Guarda come è satollo e palpitante. È la sua ora di festa. Ma guarda anche come cerca l'ombra per agire. Odia la Luce, e si chiamava Lucifero! Lo vedi come ipnotizza coloro che non sono segnati dal mio Sangue? Accumula i suoi sforzi perché sa che è la sua ora e che si avvicina l'ora mia in cui sarà vinto in eterno.

La sua infernale astuzia e intelligenza satanica sono un continuo operare di Male, in contrapposto al nostro Uno e Trino operare di Bene, per aumentare la sua preda. Ma astuzia e intelligenza non prevarrebbero se negli uomini fossero il mio Sangue e la loro onesta volontà. Troppe cose mancano all'uomo per avere armi da opporre alla Bestia, ed essa lo sa e apertamente agisce, senza neppure più velarsi di apparenze bugiarde. La sua schifosa bruttezza ti spinga ad una sempre maggiore diligenza e a una sempre maggiore penitenza. Per te e per i tuoi disgraziati fratelli, che hanno l'anima orba o sedotta e non vedono, o, vedendolo, corrono incontro al Maligno, pur di averne l'aiuto di un'ora da pagare con una eternità di dannazione."

 

 

 

Maria Valtorta: "Devo spiegare io, se no non ci capisce nulla. È dalla sera del 18 (luglio 1943) che il buon Gesù mi fa vedere una bestiaccia orrenda, ma così orrenda che mi dà ribrezzo e voglia di urlare. Il suo nome è noto. E il buon Gesù mi fa capire che quell'aspetto è sempre inferiore alla realtà, perché nessuna realtà umana può giungere a impersonare con esattezza la suprema Bellezza e la suprema Bruttezza. Ora le descrivo la bestiaccia.

Mi pare di vedere un gran buco nero nero e profondissimo. Comprendo che è profondissimo, ma non ne vedo che l'orifizio, tutto occupato da un mostro orribile. Non è serpe, non è coccodrillo, non è dragone, non è pipistrello, ma ha, di tutti e quat tro, qualcosa. Testa lunga e puntuta senza orecchie e con due occhi sornioni e feroci che sono sempre in caccia di preda, una bocca vastissima e armata di ben aguzzi denti, sempre intenta ad acchiappare a volo qualche incauto che arriva a portata delle sue mandibole.

La testa insomma ha molto di quella del serpe per la forma e del coccodrillo per i denti. Collo lungo e flessibile che permette molta agilità alla testa tremenda. Un corpaccio lubrico ricoperto da una pelle come quella delle anguille (per intendersi) ossia senza scaglie, di colore fra il ruggine, il viola, il bigio scuro... non saprei. Ha persino il colore delle sanguisughe. Alle spalle e alle anche (dico "anche" perché là finisce il ventre palpitante e gonfio di preda e comincia la lunga coda che termina a punta) sono quattro zampacce corte e palmate come quelle del coccodrillo. Alle spalle due alacce da pipistrello.

La bestiaccia non muove il gran corpo schifoso. Muove solo la coda che si divincola a "esse" qua e là, e muove la testa orribile dagli occhi fascinatori e dalle mascelle sterminatrici. Misericordia divina! Che brutta bestiaccia! Dal suo antro nero sprigiona tenebra e orrore. Le assicuro che ieri, che la vedevo con tutta la sua più viva esattezza e non capivo che ci stesse a fare mi veniva voglia di urlare di ribrezzo. Meno male che vedevo che verso di me non guardava mai come per ripulsione. Reciproca ripulsione se mai. Se questo è una pallida raffigurazione di Satana, che sarà mai lui? Roba da morire due volte di fila solo a vederlo!

Meno male anche che, se in un angolo era la bestiaccia, vcino vicino era il mio Gesù bianco, bello, biondo... Luce nella luce! Confrontando la luminosa, confortevole figura del Cristo con quella dell'altro, il suo sguardo dolcissimo, chiaro, con quello bieco dell'altro, c'è proprio da compiangere gli infelici peccatori destinati al secondo perché hanno respinto Gesù.

Ebbene, ora che l'ho visto... vorrei non vederlo più, perché è troppo brutto. Pregherò perché il meno possibile di disgraziati vada a finire nelle sue grinfie, ma prego il buon Dio di levarmi questa vista. Oggi è meno viva e ne sono gratissima al Signore. E ancora più grata perché la cara Voce mi fa capire il perché di quella visione, che ieri mi terrorizzava credendola destinata a me per avvertimento."

 

Maria Valtorta: I Quaderni

Maria Valtorta: I Quaderni

Maria Valtorta Il 23 aprile 1943, un venerdì santo, Maria Valtorta sentì una voce, già nota al suo spirito, che la spronava a scrivere e così iniziò la prima pagina di una prodigiosa produzione letteraria che finì solo con la sua morte. Gli scritti del primo anno, a parte l'Autobiografia, pubblicata in uno specifico volume, sono raccolti in un volume intitolato I quaderni del 1943 . Sono soprattutto istruzioni e lezioni per i tempi che viviamo e in vista dei tempi ultimi, con forti richiami alla Legge di Dio, illustrata come espressione dell'Amore e della Giustizia. Attingendo ampiamente alle Sacre Scritture (specialmente ai libri profetici e sapienziali dell'Antico Testamento e al libro dell'Apocalisse), sviluppano temi dottrinali, celebrano la figura della Vergine Maria, attestano la missione delle "anime vittime" e mostrano la quotidiana esperienza ascetica della scrittrice, favorita anche dalle apparizioni celesti. Questo volume raccoglie gli scritti di 11 quaderni autografi per un totale di 1338 pagine. Bisogna precisare ancora una volta che Maria Valtorta uscì da casa l'ultima volta il 4 gennaio 1933 e dal 1 aprile 1934, giorno di Pasqua, non si levò più dal letto. Se si esclude un intervento divino nell'ispirazione e nella composizione dei suoi scritti, diventa assai difficile immaginare come, senza la possibilità di consultare testi specializzati, una povera inferma abbia potuto scrivere di getto e senza correzioni, libri di così alto contenuto teologico senza cadere mai in errori o contraddizioni.
Brani estratti dalle opere di Maria Valtorta con il permesso dell’editore Centro Editoriale Valtortiano srl, - Viale Piscicelli, 89/91 - 03036 Isola del Liri, (FR - Italia), www.mariavaltorta.com, al quale appartengono i diritti sulle opere di Maria Valtorta.

Padre Michele Rodrigue spiega gli eventi dei tempi ultimi

Vuoi una rapida panoramica degli eventi dei Tempi Ultimi? Allora leggi "I grandi eventi di purificazione inizieranno questo autunno". Vuoi tutti i dettagli, allora vai al "Ritiro Spirituale Virtuale con P. Michele Rodrigue sui Tempi Ultimi".

L’approvazione del Papa dell’omosessualità

Leggi tutto... L’approvazione del Papa dell’omosessualità
God the FatherDio Padre: “Ancora peggio e di più vasta portata è l’approvazione del Papa dell’omosessualità. Egli sta approvando lo stesso peccato che decise la Mia Ira su Sodoma e Gomorra. Ciò ha effetti di vasta portata su tutto il mondo. Pregate affinché questo Papa si renda conto di essere il Vicario di Cristo – un simbolo di obbedienza ai Miei Comandamenti nel mondo. Sta guidando milioni di persone fuori strada. Inoltre, sta ascoltando lo spirito sbagliato e in questa sua decisione non è infallibile..." ( Leggi tutto... )

Attenti al ‘Nuovo Ordine Mondiale’

Leggi tutto... È il piano generale dell’Anticristo
God the FatherDio Padre: “Figli, I Miei Comandamenti vi presentano la Verità che è difficile da scoprire in questi tempi. Non date il vostro sostegno a chi non vive nella Verità. Quella persona non farà altro che sviarvi e usurpare tutti i vostri beni a suo vantaggio. Attenti al ‘Nuovo Ordine Mondiale’. È il piano generale dell’Anticristo. Esso spiana la strada alla corruzione della mente e dello spirito. Ciò non è come viene rappresentato: un’unità di tutte le persone e di tutte le nazioni. Si basa sul comunismo il quale, dovete comprendere, è stato un’oppressore del popolo – anche dei credi religiosi. Soltanto pochi leader conducevano una buona vita ma essi erano i colpevoli dell’oppressione di tutti gli altri" ( Leggi tutto... )

Il Rosario è l’arma di questi tempi

Leggi tutto... Il Rosario è l’arma di questi tempi
God the FatherDio Padre: “Figli, il modo migliore per cambiare la coscienza del mondo e di questo paese (USA), in particolare, è con molta preghiera e molti sacrifici. Potreste non vedere gli effetti dei vostri sforzi, ma perseverate e non scoraggiatevi. Usate i vostri Rosari** come le potenti armi quali essi sono. Un Rosario detto col cuore è più potente di qualsiasi arma di distruzione di massa. Il Rosario è l’arma di questi tempi. Non permettete che le notizie quotidiane vi spaventino. Spesso, ciò che sentite non è la Verità e ha soltanto lo scopo di influenzare le vostre opinioni." ( Leggi tutto... )

La verità sul Coronavirus

Leggi tutto... La verità sul Coronavirus
God the FatherDio Padre: "Oggi vi invito a comprendere che questo virus - il coronavirus - non è una malattia ordinaria. È stato creato dall'ingegno umano per colpire specificamente gli anziani e quelli fisicamente meno forti. Questo è il piano delle generazioni future per purificare la razza umana in tutto il mondo. (Il virus) fu immesso nella popolazione generale prima del previsto - accidentalmente. I responsabili attendevano che governanti meno capaci nel vostro paese (USA) fossero in carica. Tuttavia, il danno proposto si sta scatenando sull’intera razza umana." ( Leggi tutto... )

Leggi i Messaggi quotidiani del Santo Amore
Leggi i Messaggi quotidiani

Cattolici, siamo entrati nella Pre-Tribolazione, osservate i 10 Comandamenti, confessatevi; ricevete la Santa Eucaristia; pregate ogni giorno almeno 3 corone del Rosario per conservare la fede e salvare i vostri cari. Preparatevi per gli accadimenti che sconvolgeranno il nostro pianeta.