Maria SS: Non giudicate figlioli, poiché come giudicate sarete giudicati

Non giudicate ma pregate perché il Signore si prenda cura dei suoi figli, tutto vi sembrerà meno complicato e più risolvibile

By

Maria SS: Non giudicate figlioli, poiché come giudicate sarete giudicati

15 febbraio 2017: "Figlioli miei, non lasciatevi prendere dalla rabbia, non agitatevi, Io la vostra Madre vi dono la pace, è giusto difendere i miei figli sacerdoti ma non agitatevi, non sottoponete a giudizio né loro né i poveri peccatori.

Lasciate il giudizio al Padre vostro che è nei cieli e il vostro parlare sia sempre di consolazione e di perdono per tutti i vostri fratelli.

Lasciate che la pietà entri nei cuori e allora tutto diventerà più accettabile.

Nessuno è perfetto e proprio per questo non lasciatevi prendere dall'agitazione e dal giudizio.

Non giudicate figlioli, poiché come giudicate sarete giudicati.

Siate amabili, cercate di capire e comprendere i fratelli, ognuno di voi è unico agli occhi di Dio, per questo non mettete limiti a nessuno, cercate sempre di essere comprensivi e caritatevoli e il Padre vostro che è nei cieli e conosce i vostri cuori, metterà in voi lo spirito d'amore.

Io vi consiglio, limitatevi nel parlare, non occorre un fiume di parole per poter capire ciò che viene detto e rispondere con sufficienza, a volte basta un cenno, un sorriso per mettere l'altro a suo comodo.

Io vi ho dato l'esempio, ogni volta, di fronte alle prove della vita.

Pensate alla mia situazione, alla mia annunciazione, a quel mistero che stava cambiando la mia vita.

Io mi sono fidata di Dio, non ho avuto bisogno di tante spiegazioni, ho risposto lasciando il resto a Dio.

Allora quando vi troverete nelle discussioni, non agitatevi ma cercate e ascoltate, prima di tutto, cosa vi chiede Gesù in quel momento.

Affidatevi a Lui, i vostri dubbi, le vostre preoccupazioni, le vostre incertezze mettetele nelle sue mani e riparatevi nel silenzio.

Non giudicate ma pregate perché il Signore si prenda cura dei suoi figli, tutto vi sembrerà meno complicato e più risolvibile.

Vi benedico, pregate per tutti i sacerdoti, i consacrati e i laici.

Maria lavostra condottiera."

Fonte: Valeria Copponi