Apocalisse rivelata: La Venuta di Cristo

Amore, misericordia e giustizia verranno con Cristo quando Egli ritornerà. InvocateLo ed Egli vi renderà giustizia molto presto

By

CAPITOLO II

LA VENUTA DI CRISTO

Gabriele, Arcangelo di Dio e di Maria Regina degli Angeli:

«Nel tempo in cui Cristo verrà, non sarà più come un neonato povero e nascosto in una piccola stalla, circondato di animali e con una mangiatoia di paglia per letto.

EGLI APPARIRÀ SULLE NUBI DEL CIELO, E TUTTI LO VEDRANNO. LA NUBE DI LUCE COSMICA SPLENDERÀ CON STRAORDINARI COLORI E LA SUA VISIONE ATTIRERÀ L'ATTENZIONE DEGLI UOMINI, DONNE E BAMBINI.

Essi correranno nei campi per vederla e nelle vie della città, ove i mezzi di trasporto si fermeranno e ogni macchina cesserà di funzionare. Un grande grido si sentirà attraverso il mondo, perché meraviglia e timore afferreranno il cuore di ogni persona.

CRISTO SARÀ SEDUTO SU QUELLA NUBE, ma sarà riconosciuto?

Chi riconoscerà il Suo Volto?

I suoi Lo accoglieranno o penseranno sia un ingannc teso da Satana?

Per rispondere a queste domande, dobbiamo tentare di illustrare gli avvenimenti che inducono al Suo ritorno. DALLE PROFEZIE SAPPIAMO CHE PRIMA DEVE VENIRE LA TRIBOLAZIONE. Tuttavia Maria, (...) Madre di Cristo, ha rivelato un modo per aggirare la prossima tribolazione e come evitarla.

PREGARE È LA RISPOSTA. E molti hanno pregato con fervore affinché la tribolazione possa non venire, perché la Russia possa essere convertita e vi possa essere la pace.

Se ciò è compiuto come Maria ha detto, la tribolazione sarà evitata completamente o semplicemente rinviata ad altro tempo?

La pace da Lei promessa sarà una pace fatta dall'uomo attraverso negoziati e la deposizione delle armi? Tutti i problemi delle nazioni saranno risolti e una pace provvisoria sarà goduta soltanto dopo la stessa malvagità, ripetuta per condurre alla tribolazione?

NO, PERCHÉ LA PACE OTTENUTA MEDIANTE LA PREGHIERA, E PROMESSA DALLA SANTISSIMA VERGINE, PUÒ VENIRE SOLO DA DIO.

In nessun altro modo il tumulto e la rivoluzione della gioventù possono essere deviati. In nessun altro modo il povero può essere nutrito e il fermento sociale placato. Le forze del male e la violenza ora scatenate in ogni nazione non possono essere abbattute dai governi degli uomini.

ALLORA DIO PORTERÀ LA PACE E SE EGLI LO FA, DEVONO ESSERE I MILLE ANNI DI PACE PROMESSI NELLA RIVELAZIONE DI GIOVANNI. QUEST'ERA DI PACE VERRÀ O DALLA PREGHIERA CHE ALLONTANA L'IRA DI DIO O DALLA TRIBOLAZIONE CHE DISTRUGGERÀ LA TERRA COME SAPPIAMO E PERMETTERÀ A DIO DI RIEDIFICARE LA NUOVA TERRA, QUALE EREDITÀ AI SUOI FIGLI FEDELI.

Anche se la pace giungerà nell'uno o nell'altro modo, CRISTO VERRÀ PRIMA, POICHÉ EGLI STARÀ A GOVERNARE CON LA VERGA DI FERRO DURANTE L'ERA DI PACE.

I pensieri ora cominciano ad escludere la possibilità che Cristo possa venire prima dell'Anticristo allo scopo di impedire a questi di regnare.

Può verificarsi questa possibilità? Esaminiamo ancora una volta la profezia di Giovanni.

Stiamo cercando la chiave che si può trovare nell'Apocalisse o nelle parole di Cristo nei quattro Vangeli. Leggete molto attentamente le parole di Cristo riguardanti la fine del tempo e confrontate tutti e quattro i libri.

In seguito riprenderemo questo libro e lo esamineremo insieme per vedere se tale idea rivoluzionaria può essere valida.

MATTEO 13,37-43 contiene un piccolo fatto spesso trascurato.

Nella spiegazione della parabola delle erbacce, Cristo dice che quando il raccolto sarà pronto, agli Angeli sarà comandato di raccogliere prima di tutto gli uomini cattivi dal mondo e di gettarli nella fornace di fuoco.

«ALLORA I GIUSTI SPLENDERANNO COME IL SOLE NEL REGNO DEL LORO PADRE. Chi ha orecchi da intendere, intenda».

Dopo, in MATTEO 24,36-41, quando Egli parla della venuta del Figlio dell'Uomo, dice che i tempi saranno simili ai giorni di Noè.

«ALLORA DUE UOMINI SI TROVERANNO NEL CAMPO: UNO SARÀ PRESO E L'ALTRO SARÀ LASCIATO. DUE DONNE SARANNO A MACINARE: UNA SARÀ PRESA E L'ALTRA LASCIATA».

Il Figlio di Dio rivelò ai Suoi discepoli entrambi i fatti. Certamente queste due spiegazioni furono dello stesso avvenimento.

Sarà il malvagio ad essere portato via dalla terra in quel giorno E I FIGLI DI CRISTO SARANNO LASCIATI A «SPLENDERE COME IL SOLE» NEL REGNO DEL LORO PADRE SULLA NUOVA TERRA, PRONTA PER L'ERA DELLA PACE.

Riflettete sulle conseguenze di questo avvenimento. Gli Angeli abbatteranno prima Satana e poi toglieranno di mezzo tutti gli uomini malvagi.

CHI SARÀ LASCIATO SULLA TERRA PER ESSERE PRESENTE ALLA VENUTA DI CRISTO? I seguaci di Cristo sono obbligati ad onorare anche la Sua Santissima Madre?

Questa non è riconosciuta né dai Protestanti né da molti cattolici. Nell'attuale nuova religione, Maria non è accettata. Mai più Cristo verrà come neonato, perché Egli è già stato generato nel mondo e Sua Madre è accanto a Lui nel Cielo.

La Bibbia riferisce la storia della Seconda Venuta in diversi passi. Cristo stesso disse che ritornerà come l'hanno visto ascendere al Cielo, come un uomo adulto.

Perciò, se ritornerà, Egli verrà essendo la figura di Cristo trasformata come dimora nel Cielo: CON IL CORPO GLORIFICATO.

Questo Cristo glorificato che siede alla destra del Padre, è la Seconda Persona della Santissima Trinità. L'aspetto di Cristo glorificato è SIMILE al Figlio dell'Uomo, ma non esattamente come Lui.
Leggete ora nei Vangeli la Trasfigurazione di Cristo. La troverete nel diciassettesimo capitolo di Matteo.

«IL SUO VOLTO SPLENDEVA COME IL SOLE E LE SUE VESTI DIVENNERO BIANCHE COME LA NEVE. QUINDI APPARVERO MOSÈ ED ELIA CHE CONVERSAVANO CON GESÙ. UNA NUBE LUMINOSA APPARVE E LI AVVOLSE, E DALLA NUVOLA UNA VOCE DISSE: «QUESTO È IL MIO FIGLIO DILETTO NEL QUALE MI SONO INTERAMENTE COMPIACIUTO; ASCOLTATELO».

E nell'ascoltare ciò, essi caddero sulle loro facce per terra e si spaventarono.

Poiché questa è l'unica volta in cui Gesù si trasfigurò davanti ai loro occhi, CREDIAMO DI FEDE che Egli ritornerà nello stesso aspetto che assunse sulla terra.

Cari figli, ora Gesù indossa le vesti celesti e ha preso la vera identità di Figlio di Dio. Confidiamo ancora una volta: il Cristo che camminò e conversò con i Suoi discepoli, condusse tre dei Suoi Apostoli su un alto monte e lì, si trasfigurò davanti ad essi.

Il Suo volto splendette come mai carne umana splendette e le Sue vesti divennero più bianche di qualsiasi veste mai vista sulla terra. Apparvero due santi e parlarono con Lui.

Quando Pietro provò a parlare al Cristo trasfigurato, una nube luminosa apparve per coprire i tre Apostoli e la voce di Dio parlò loro. Essi caddero bocconi per terra, terrorizzati.

Questi tre videro ciò che nessun essere vivente ha mai visto, perché non lo sarà fino alla SECONDA VENUTA, IN CUI CRISTO APPARIRÀ, IN QUESTA FORMA AGLI UOMINI.

Ora esaminiamo le descrizioni di Cristo quando risorse dal sepolcro dopo la Sua morte. Egli apparve come un uomo mortale. Camminò e parlò e non spaventò nessuno con la Sua comparsa. Eppure il Suo volto sembrò cambiato, tanto che Maria Maddalena, che Lo conobbe bene, pensò fosse il giardiniere e due discepoli insieme ai quali Egli camminò, parlò e cenò, non Lo riconobbero fino alla frazione del pane. Quando Egli apparve di nuovo agli Undici, essi Lo riconobbero!

Quale straordinario potere ebbe per oscurare le loro menti? Nell'istante in cui venne Tommaso, Egli mostrò le Sue ferite e Tommaso credette!

Il Cristo restituito dal sepolcro ha ricevuto il Suo pieno potere da Dio. Egli poté così esaudire le loro preghiere senza passare attraverso il Padre. Essi poterono chiedere qualunque cosa nel nome di Cristo che fu subito concessa loro.

Fu l'assunzione di autorità che Lo fece apparire diverso.

Furono la forza della Sua mente e il nobile aspetto tanto dissimile dalla dolcezza e dall'umiltà di Gesù, il Figlio dell'Uomo.

Questo era Gesù, il Figlio di Dio, libero dall'umana fragilità del corpo. La Sua mente risplendeva nel Suo volto ed essi non osservavano l'umana fisionomia.

Passiamo ora all'APOCALISSE (o RIVELAZIONE) di Giovanni. Ricorderete che Giovanni è riportato come presente alla Trasfigurazione, eppure egli non la menzionò nel suo Vangelo. Quando scrisse le profezie, descrisse Cristo come appare nel Cielo seduto accanto a Dio, il Padre, sopra il Gran Trono.

In APOCALISSE 5,6, Giovanni descrive l'AGNELLO (il CRISTO) «che sta in piedi come sgozzato, e ha sette corna e sette occhi che sono i sette spiriti di Dio mandati per tutta la terra».

In APOCALISSE 19,11-16, Cristo è descritto di nuovo: «E Io vidi il Cielo aperto; ed ecco, un cavallo bianco, e chi stava sopra è chiamato il Fedele e Verace; con giustizia Egli giudica e combatte. I Suoi occhi sono la fiamma di fuoco, e sulla Sua testa sono molti diademi; Egli porta scritto un nome che nessun uomo conosce tranne Lui stesso. Indossa una veste tinta di sangue, e il Suo nome
è il Verbo di Dio. Gli eserciti di Dio, vestiti di finissimo lino, bianco e puro, Lo seguivano su bianchi cavalli. Dalla Sua bocca esce una spada tagliente per colpire le nazioni. EGLI LE GOVERNERÀ CON UNA VERGA DI FERRO, Egli che calca lo strettoio del vino dell'ira furente di Dio Onnipotente. Egli porta scritto un nome sulla Sua veste e sul Suo fianco: Re dei re e Signore dei signori».
Nella descrizione compiuta da Giovanni dell'Agnello, i sette spiriti di Dio mandati per tutta la terra sono i doni dello Spirito Santo enumerati in ISAIA 11,2 e sono: sapienza, intelletto, consiglio, fortezza, scienza, pietà, timore di Dio. Cristo incarna tutte queste qualità. E quando sta in piedi come se fosse sgozzato, significa che Egli fu glorificato così come quando fu ucciso e risorse. Quando cavalca il cavallo bianco, Egli sta seduto sul Vangelo oppure esegue la Sua opera come è testimoniato. I Suoi occhi sono come una fiamma, che è il fuoco della verità e sul Suo capo molti diademi e molte corone o titoli. Il nome scritto, che nessun uomo conosce tranne Lui stesso, è la Sua vera identità che sta per essere rivelata soltanto ai fedeli quando Egli verrà di nuovo. Il sangue di cui è aspersa la veste è il corpo che Egli mostrerà affinché gli uomini possano vederLo con gli occhi mortali. E gli uomini allora Lo riconosceranno come Cristo crocifisso, Verbo di Dio. Gli Angeli saranno vestiti di bianco e Lo seguiranno. I cavalli degli Angeli saranno la nube di luce cosmica nella quale tutti appariranno.

La spada tagliente con cui Cristo colpirà le nazioni sarà la verità delle loro colpe. Egli non risparmierà né le chiese né i vescovi o i cardinali o i ricchi o i potenti e i capi degli uomini.

Ma parlerà chiaramente e nelle Sue parole sarà proclamata la giustizia. EGLI GOVERNERÀ IL MONDO SECONDO LA VOLONTÀ DI DIO (1) E SARÀ L'UNICO A PORTARE IL MALVAGIO ALL'INFERNO. EGLI SARÀ RE DI TUTTI I RE DELLA TERRA E SIGNORE DI TUTTI, POICHÉ È DIO.

Diventate ora consapevoli della vera natura di Cristo? Lo riconoscerete quando Egli verrà?

Dovete leggere ripetutamente questa descrizione di Cristo, affinché quando verrà, possiate riconoscerLo subito.

I Suoi capelli saranno lunghi e porterà una barba? Le Sue vesti saranno come nei dipinti oppure indosserà un costume o le vesti di un Israelita? Parlerà inglese, ebraico, latino o greco? Camminerà sulla terra o avanzerà in aria?

Il Capitolo I della Rivelazione di Giovanni risponde a una parte di queste domande:«Ecco che Egli viene fra le nuvole, e ogni occhio Lo vedrà, anche coloro che Lo trafissero. E tutte le tribù della terra gemeranno su di Lui. Sì, amen»; «Io sono l'Alfa e l'Omega, il principio e la fine», dice il Signore Dio, «che è e che era e che sta per venire. L'Onnipotente...».

«Io mi voltai per vedere la Voce che mi stava parlando. E appena girato, vidi sette candelabri d'oro e in mezzo ai sette candelabri, uno simile al Figlio dell'uomo, rivestito di una veste lunga sino alle caviglie e cinto di una fascia d'oro sul petto.

Ma il Suo capo e i Suoi capelli erano bianchi come la lana bianca, come la neve, e i Suoi occhi erano come una fiamma di fuoco; i Suoi piedi erano simili a rame ardente, arroventato in una fornace; e la Sua voce era come il rumore delle grandi acque. Egli teneva nella Sua mano destra sette stelle. E dalla Sua bocca usciva una spada appuntita a doppio taglio; la Sua faccia era come il sole quando risplende in tutta la sua potenza».

Gli uomini di Dio stanno per vedere Cristo che ritorna. Anche gli uomini di Satana lo vedranno? Sì, «ogni occhio Lo vedrà, anche quelli che Lo trafissero».

Chi lo trafisse? Gli ebrei? I soldati romani? Sono tutti morti quelli che crocifissero Cristo una volta e per sempre nella forma corporea. No, piuttosto quelli che hanno processato e respinto Cristo nella generazione vivente al tempo della Seconda Venuta. Essi Lo hanno trafitto a causa della loro eresia, ipocrisia e professando di amarLo, mentre invece vivevano conformemente ai desideri di Satana e non secondo la volontà di Dio.

I Cristiani di quest'epoca L'hanno trafitto per la loro superbia. I non-Cristiani no. Perché loro non Lo conoscono bene. Chi è peggiore: il cristiano indifferente o il peccatore indifferente? «Poiché non siete né caldi né freddi, Io vi vomiterò dalla mia bocca...», dice il Signore.

Le tribù o nazioni della Terra piangeranno e gemeranno verso di Lui. Perché dovrebbe accadere questo?

Il malvagio sarà morto, poiché gli Angeli avranno mietuto il raccolto. Le chiese resteranno e saranno giudicate. Oh, pianti e grida s'innalzeranno, perché i Cristiani dovranno dare un resoconto della loro amministrazione! A ciascuno è stato dato il dono dello Spirito Santo.

Quelli che hanno sotterrato i loro doni, leggano la parabola dei talenti nei Vangeli! Allora capiranno che la Rivelazione di Giovanni è indirizzata ALLE CHIESE. Questa rivelazione del gemito delle tribù della terra è per tutte le Chiese e per tutte le confessioni. Tutte quelle che hanno preso il nome di Cristo.

I sette candelabri d'oro con Gesù che sta in piedi nel mezzo, sono le sette Chiese. Le stelle nella Sua mano sono gli Angeli delle sette Chiese.

«Tremate, voi che appartenete a queste sette Chiese! Egli sta in piedi in mezzo a voi. UNO SIMILE AL FIGLIO DELL'UOMO, che non è rappresentato come nei dipinti e nelle statue, perché Egli è stato per quasi duemila anni il Figlio di Dio, governando in Cielo come Suo Padre e lo Spirito Santo.

Allora come apparirà? Come potremo riconoscerLo? Esaminate la descrizione ancora una volta e cercate di capire quanto vi è stato detto.

Dio Uno e Trino è la più potente forza nell'universo. Egli è il Creatore delle stelle, dei pianeti e di ogni genere di vita. Egli governa l'universo con giustizia e verità; Egli mantiene le stelle sul loro corso e conosce il fuoco del sole e l'oscurità dello spazio.

È Lui che crea e distrugge la vita. È Lui che attira tutte le cose verso Se stesso. Egli non ha eguale. Conversa mentalmente con tutti quelli che pregano.

Conosce il cuore, i sogni segreti e i pensieri di ciascuno dei Suoi figli.

Egli sarà rivelato nella Sua vera natura: COME DIO! Leggete ora in Esodo la storia di Mosè che salì sulla montagna per parlare con Dio. La descrizione di Dio sfida l'immaginazione e l'effetto finale su Mosè vi darà una pallida conoscenza della Gloria di Cristo.

Dopo cercheremo ancora di scoprire come saranno le Sue sembianze quando Egli apparirà.

Il vero significato della Seconda Venuta è stato compreso poco.

Proprio come gli Israeliti che non capirono completamente i segni che indicavano la nascita del Messia, così i Cristiani hanno le loro menti tanto ottuse da non riuscire a leggere i segni che portano alla Seconda Venuta.

Ora, il tempo è vicinissimo, ma chi è preparato? Cristo chiese ai Suoi discepoli se pensavano se avrebbe trovato ancora fede quando sarebbe tornato nel mondo.

Il riferimento è a Luca 18,1-8. Cristo stava raccontando un'altra parabola. Parlava del tempo in cui sarebbe ritornato. Alla fine della descrizione della generazione in cui sarebbe venuto, Egli narrò una piccola storia di un giudice che non amava Dio e non rispettava nessuno. Una vedova continuava ad andare dal giudice a richiedere giustizia contro il suo nemico.

Alla fine, l'empio giudice, si stancò di stare ad ascoltarla continuamente e le rese giustizia per trattenerla dall'infastidirlo.

Poi Cristo spiegò che Dio avrebbe vendicato i Suoi eletti che gridano a Lui giorno e notte. «Egli sarà lento ad agire nel loro caso? Io vi dico che Egli renderà loro giustizia presto. Ma quando il Figlio dell'Uomo verrà, troverà fede sulla Terra?» (Luca 18,7-8).

Ha chiesto a tutti quelli che amano Lei e il Suo Santissimo Figlio Gesù di pregare come all'unisono. È questo il grido che Dio sta aspettando. PRESTO EGLI MANDERÀ SUO FIGLIO PER PORTARE GIUSTIZIA E PACE ALLA TERRA.

Ma se il grido non sarà ascoltato? CRISTO VERRÀ IN OGNI CASO. Egli pone la domanda a questa generazione: «Troverò la fede sulla terra quando verrò?».

Milioni di figli fedeli, credenti e fiduciosi si metteranno ad invocare il Suo ritorno? Con la preghiera del Rosario, si metteranno a pregare con fede affinché la loro preghiera per la pace venga esaudita?

Figli di Maria, è tempo di pregare come la vostra Santissima Madre richiede per portare Cristo sulla Terra, ed evitare la tribolazione.

Un tempo dopo l'altro, la Madre di Cristo è apparsa chiedendo preghiera, sacrificio e pentimento, chiedendo ai Suoi piccoli di emendare la loro vita e avvertendo delle punizioni che verranno se gli uomini non pregano.

Pensate che quando Cristo verrà, troverà fede sulla Terra?

Chi ha fede in un mondo impazzito per le ricchezze, i beni e il potere? I giovani, i poveri, i negri, gli studenti e i contribuenti si ribellano. Essi marciano e fanno dimostrazioni. E tumultuano alla ricerca della giustizia, quando la giustizia è distribuita loro a piccoli pezzi per placarli.

Ma L'UNICO GIUSTO GIUDICE, Cristo, Figlio di Dio, aspetta che i Suoi figli chiedano giustizia a Lui, ed Egli li vendicherà presto. Non il prossimo anno, né dopo le conversazioni di pace a Parigi. Non con la Guardia Nazionale che si tiene pronta o con la polizia all'erta con manganelli e gas lacrimogeni.

Amore, misericordia e giustizia verranno con Cristo quando Egli ritornerà. InvocateLo ed Egli vi renderà giustizia molto PRESTO.

E quando Egli verrà di nuovo, troverà fede sulla terra. Troverà milioni di uomini inginocchiati, con il Rosario nelle mani stese, in attesa di accoglierLo e salutarLo come Re dei re e Signore dei signori».