Offrite le vostre croci

Se porterete quella croce con pazienza e per amore di Dio, essa purificherà la vostra anima e la vostra vita, così da farvi raggiungere quel candore che eguaglia quello della neve

By

Offrite le vostre croci

Dice Maria: (Maria Madre e Maestra, Vol. 1) —"Figli miei cari, sono la Regina delle nevi e vengo a portarvi la frescura dei monti e la dolcezza del mio cuore, perché questo incontro della Madre coi suoi figli sia a voi di gioia, di gaudio, di felicità.

Desidero che, trovandoci cuore a cuore, ciascuno di voi possa riportare quel conforto che lo aiuti a perseverare nel bene, a fuggire il male e ad avere la forza necessaria per portare la croce. Pensate che con quella croce voi raggiungerete le vette, raggiungerete me. È per questo che mi sono presentata a voi come Regina delle nevi.

Se porterete quella croce con pazienza e per amore di Dio, essa purificherà la vostra anima e la vostra vita, così da farvi raggiungere quel candore che eguaglia quello della neve. La croce purifica e santifica nella misura della pazienza e dell'amore che voi mettete nell'accettarla come dono prezioso che vi vien fatto.

Figli miei, vi è una condizione indispensabile per rendere merito alla vostra sofferenza e per alleggerirne il peso, non dimenticatelo. Soffrono tutti in questo mondo. C'è chi soffre nella mente, chi nel cuore, chi nell'anima e chi nel corpo. Ognuno ha la sua parte. Ognuno porta il suo peso, ma non tutti guadagnano gli stessi meriti. C'è qualcuno che, pur soffrendo pene acerbissime, si troverà all'ultimo giorno a mani vuote, e c'è chi, avendo sofferto meno, si troverà tutto ricco di meriti. Tale condizione è quella d'invitare Gesù stesso, mediante la grazia di Dio, a portare la croce con voi. Non è necessario altro.

Offrite le vostre croci a Dio stesso, perché le adoperi come mezzo di salvezza. Quante persone, pur avendo passato tutta una vita nel dolore, non potranno farne tesoro perché non possedevano la grazia che valorizza tutto nella vita dell'uomo, dalla più piccola azione alla lacrima più nascosta e al bene più sconosciuto.

Ecco, figli miei, che io v'invito a salire con me sulle alte cime, ma prima di salire, venite, venite accanto a me. Venite, figli, e piangete i vostri peccati. Detergete le vostre anime con le vostre lacrime e stendetele poi al sole divino della grazia. Rivestiti del bianco abito dell'innocenza battesimale, che io desidero concedervi attraverso una buona e santa confessione, venite a me ed io vi prenderò per mano: saliremo insieme il nostro Calvario. Vedrete che la gioia di essere con noi vi farà dimenticare le fatiche. Vi farete santi, figli, e nella santità troverete la vita divina che vi rende graditi a Dio.

Figli, io vi aiuto e vi benedico. Nessuno viene a pregarmi in questo luogo e ne parte a mani vuote. Io vi ricolmo di benedizioni che porterete a tutti i vostri cari.

Ai malati, ai poveri, ai vecchi, ai bambini, ai sacerdoti, alle religiose e a tutti i consacrati voi porterete la mia bendizione che doni a tutti refrigerio e conforto."

 

 

 

I pensieri, le riflessioni e le meditazioni, raccolti in questi libri, sono stati ispirati dalla Beata Vergine Maria, Madre di Gesù, a Carmela Negri Carabelli. Sono però rivolti a tutte quelle anime che, desiderose di amare il Signore, cercano di mettere in pratica i suoi insegnamenti e dí vivere una vita cristiana più perfetta. Gesù benedica queste pagine e chi le legge con desiderio di migliorarsi, concedendo l'aiuto della sua grazia.

Per maggiori informazioni su questi magnifici insegnamenti e per qualsiasi necessità spirituale, o per partecipare e diffondere nel mondo, come Mamma Carmela, l'attività di preghiera, di apostolato, per far conoscere a tutti Gesù Misericordioso, rivolgersi al Centro di spiritualità:

"CENACOLO DELLA DIVINA MISERICORDIA",
Viale Lunigiana 30, 20125 Milano, Italia

Brani estratti dai messaggi ispirati da Gesù a Carmela Negri Carabelli con il permesso del CENACOLO DELLA DIVINA MISERICORDIA, Centro di spiritualità, Viale Lunigiana 30, 20125 Milano, Italia, al quale appartengono tutti i diritti.

Pro manoscritto. A norma del decreto della S. Congregazione della Fede (Atti della Sana Sede 58/1G del 29.12.1966) già approvato dal Papa Paolo N il 14.10.1966