Maria SS: L'orologio sta suonando i suoi ultimi tocchi

Evangelizzate senza vergogna poiché la Parola di Dio, essendo veritiera, punirà coloro che si vergogneranno di annunciare il suo Regno

By

Maria SS: L'orologio sta suonando i suoi ultimi tocchi

29 marzo 2017: "Maria la piena di grazia è con voi; vi saluta, vi benedice, vi ringrazia perché avete aderito a questo cenacolo.

Figli miei tanto cari, l'orologio sta suonando i suoi ultimi tocchi, poi tutto si concluderà secondo la volontà del Padre Nostro, io sarò con voi fino alla fine, non temete perché nell'ora del dolore Io sarò con voi.

Se non vi aiutassi non riuscireste a superare le prove che vi aspettano.

Sapete bene che i vostri cattivi comportamenti richiamano su tutta l'umanità il giudizio di Dio.

Io e Mio Figlio stiamo ancora a tenere la mano del Padre che agirà, dunque vivete sereni, pensate che la conclusione di tutto il male che vi affligge non è lontana.

Gesù offre a Dio tutte le vostre preghiere ed Io intercedo per voi ininterrottamente.

Avete capito che la preghiera è la chiave che apre il cuore di Dio. Siate furbi, pregate giorno e notte e il Padre vostro che è nei cieli, ridurrà le pene che state meritando con i vostri numerosi peccati.

Le vostre preci non rimarranno inascoltate. Prepariamoci alla Pasqua del mio Figlio, ha sofferto immensamente per riaprirvi le porte del Paradiso ma sembra che la gran parte dei suoi figli abbia dimenticato tutto questo.

Io, dunque, vengo a trovare voi che credete nella Pasqua, confido in voi e nelle vostre offerte per i vostri fratelli non credenti.

Siate benedetti, figli della speranza, voi e le vostre famiglie.

Non tralasciate mai il nutrimento che vi tiene in vita, soltanto Gesù può nutrirvi per la vita eterna.

Evangelizzate senza vergogna poiché la Parola di Dio, essendo veritiera, punirà coloro che si vergogneranno di annunciare il suo Regno.

Figlioli miei, amatevi, poiché soltanto nell'amore e per amore si compirà il disegno di Dio.

Coraggio, vi dico, siete tutti sotto la mia protezione materna."

Maria la Piena di Grazia

Fonte: Valeria Copponi