Gesù: Pentitevi, la natura non riesce più a contenere i veleni che continuate ad iniettarle

Troppe offese sono rivolte a Colui che ha dato la vita per voi, troppi peccatori contro la Madre Sua. troppi peccati contro la purezza del tempio santo di Dio

By

Gesù: Pentitevi, la natura non riesce più a contenere i veleni che continuate ad iniettarle

8 Febbraio 2017: "Nessuno osi toccare il mio tempio santo per farne scempio.

Figlioli miei, uccidere una mia creatura nel grembo materno è offesa a Dio e castigo eterno per quelli che sono responsabili.

Io decido chi chiamare alla vita e chi tornare da Colui che ha creato opere uniche.

Non uccidere uomo, poiché pagherai la tua colpa per l'eternità.

Ogni creatura che si affaccia alla vita è esclusivamente per mia volontà.

Non osi più l'uomo decidere se un mio figlio deve o non deve vivere.

Le cose del mondo passeranno, finiranno poiché si compirà la loro vita sulla terra, ma i miei figli, tutti faranno ritorno a Me e per quelli che non si pentiranno amaramente del male fatto ai propri fratelli, sarà sofferenza eterna.

La giustizia si compirà per ognuno di voi.

Non giudicate la mia Parola poiché è Parola di Dio e non si discute, piuttosto fate “mia colpa” prima che sia troppo tardi.

Troppe offese sono rivolte a Colui che ha dato la vita per voi, troppi peccatori contro la Madre Sua, troppi peccati contro la purezza del tempio santo di Dio.

Pentitevi figli miei, la mano del Padre sta per colpire.

Possibile che non riuscite a capire che senza di Me non siete nessuno?

Siate umili e ubbidite alle mie leggi altrimenti farete i conti alla presenza di Dio, dove non potrete più mentire o trovare giustificazioni.

Ora basta, avete distrutto ciò che Dio Padre aveva creato per vostra gioia e non riuscirete più a riparare ciò che avete distrutto.

Io vi esorto, pentitevi, chiedete perdono prima ai fratelli e poi a Dio, la natura non riesce più a contenere i veleni che, senza il minimo rispetto per ciò che vi dona, continuate ad iniettarle.

Figlioli miei, voi che capite il mio parlare, sollecitate i vostri fratelli a offrire preghiere per ottenere il perdono.

Vi benedico.

Gesù Figlio del Dio Vivente."

Fonte: Valeria Copponi