Gesù: Le lotte si fanno più difficili da combattere, vi voglio fortificati e senza peccato

Cogliete il frutto finché ce n'è di maturi o terminata la stagione non ne avrete per il sostentamento nella guerra che è in procinto di coinvolgere le creature di Dio

By

23 Febbraio 2017: Messaggio dato alla veggente Giglio del Santo Volto

Gesù: Le lotte si fanno più difficili da combattere, vi voglio fortificati e senza peccato

Io, Daniele, guardavo nella mia visione notturna ed ecco, i quattro venti del cielo si abbattevano impetuosamente sul Mar Mediterraneo
(Daniele 7:2)

Ma egli scosse la serpe nel fuoco e non ne patì alcun male.
(Atti 28:5)

Ma le sagge risposero: No, che non abbia a mancare per noi e per voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene.
(Matteo 25:9)

 

"Figli Miei, unitevi a Me nel Giardino del Getsemani e condivideremo la sofferenza nella consapevolezza di una gioia infinita.

Presto le armi dovranno essere sfoderate.

Le lotte si fanno più difficili da combattere ma Io, Cristo Salvatore e Figlio del Signore degli Eserciti vi voglio fortificati e senza peccato.

Cogliete il frutto finché ce n'è di maturi o terminata la stagione non ne avrete per il sostentamento nella guerra che è in procinto di coinvolgere le creature di Dio.

Esse saranno come canne deboli esposte al fortissimo vento della perdizione e difficilmente avranno radici abbastanza forti, per non crollare e volare lontano.

Avanti, Mio Esercito rimanente!

Combatteremo e faremo digiuno e costruiremo un'armatura degna dei figli dell'Altissimo e resistente ai nemici di Dio.

Soffrendo imparete a sostenere il peso del peccato che vi attornia e ritornerete vincitori dal campo di battaglia.

Fatevi forza, lo Spirito vi accompagnerà nell'addestramento e vi sosterrà.

Il Mio Corpo ricevuto nella Grazia è il Cibo che Da la forza vitale necessaria.

I Sacramenti costituiranno una barriera indistruttibile.

Io vi fornisco le armi con l'aiuto di Mia Madre, l'Immacolata e Sposa dello Spirito Santo.

Le schiere Angeliche sono già al lavoro e il campo per la battaglia è pronto da tempo.

Vi attendo sul fronte, Miei amati.

Conquistate il posto nell' Esercito e gioiremo insieme nell'Istante degli Istanti.

Ogni giovedì, parteciperemo insieme, se lo desiderate, all'Agonia nel Giardino degli Ulivi.

Vi Ho concesso un nuovo Dono.

Una Consacrazione speciale che vi aiuterà a sostenerMi compartecipando al Mio dolore.

Accettatela, e vi farò partecipi della gioia dolorosa che prosegue nell' Eternità.

Il vostro Signore Gesù, Agonizzante ed Eterno Vincitore."

Per Grazia del Signore Gesù, Agonizzante nel Getsemani.

 

16 Febbraio 2017 al Giglio del Santo Volto

ATTO DI CONSACRAZIONE AL SIGNORE GESÙ AGONIZZANTE NEL GETSEMANI.

(Da recitare ogni Giovedì sera, dalle ore 21:00).

Mio Signore Gesù, per la Tua durissima Agonia, per l'orgoglio degli uomini che trafissero il Tuo Cuore, per l'asprezza delle parole che udisTi e le spaventose visioni sul futuro dell'umanità:
accogli me, per cui anche fosTi Vittima e concedimi poterTi sollevare dall' amarezza di quella notte interminabile.

Poiché mio forte desiderio, è il volermi accostare sempre più alla comprensione e alla condivisione delle Tue innumerevoli pene, accogli questo atto di consacrazione a Te, agonizzante e grondante Preziosissimo Sangue.

Prendi me nei sensi, nei pensieri, nelle intenzioni e nella tiepidezza negli atti di carità per ripristinare la Divina dignità che dalla Creazione mi fu destinata. Restituiscimela attraverso una totale purificazione permettendomi di riconquistarla grazie ai meriti infiniti della Tua amarissima Agonia.

Imploro pietà per le ore di sofferenza alle quali ho io stesso contribuito riproponendomi qui, in questo istante, di farTene portare mai più il fortissimo peso.

Poiché Tu Sei come il Padre, fuori dal tempo nell' Eternità, e rivivi continuamente quella spaventosa Agonia, permetterai per Tua immensa bontà e misericordia, che io giunga finalmente a poter cancellare da quell'Agonia, le atroci sofferenze da me procurate al Mio Signore.

Fammi partecipe della Tua grande Vittoria, mio amato Signore e mai più complice del dolore e del Sangue per i miei peccati copiosamente trasudato.

Signore, eccomi vicino all'Angelo Consolatore; Ti prego di degnarmi uno sguardo di Misericordia e di accettare il misero e indegno atto di carità verso la Tua asprissima Agonia.

Fai me compartecipe e cooperatore per l'umana redenzione.

Così sia

 

Orbene, io vi dico che Elia è gia venuto, ma hanno fatto di lui quello che hanno voluto, come sta scritto di lui.
(Marco 9:13)

Così venutisi a trovare insieme gli domandarono: «Signore, è questo il tempo in cui ricostituirai il regno di Israele?».
(Atti 1:6)

Questo noi intendiamo fare, se Dio lo permette.
(Ebrei 6:3)

E così abbiamo conferma migliore della parola dei profeti, alla quale fate bene a volgere l'attenzione, come a lampada che brilla in un luogo oscuro, finché non spunti il giorno e la stella del mattino si levi nei vostri cuori.
(2Pietro 1:19)

Esultino i fedeli nella gloria,sorgano lieti dai loro giacigli.
(Salmi 149:5)

Giuda notò che Bàcchide e la parte più forte dell'esercito era a destra: allora si unirono a lui tutti i più coraggiosi 
(1Maccabei 9:14)

Allora abbiamo interrogato quegli anziani e abbiamo loro detto: Chi ha dato ordine di ricostruire questo tempio e di rialzare questa cinta di mura? Inoltre abbiamo domandato i loro nomi, per farteli conoscere; così abbiamo scritto il nome degli uomini che stanno loro a capo.
(Esdra 5: 9, 10)

Fonte: Giglio del Santo Volto (Sito ufficiale)