Dio Padre: Italia sconvolta, affamata, povera, subirà prigionia e invasione

È già in atto il programma d'invasione; da tempo è stato pianificato con la collaborazione di coloro che vivono nella falsità e nell' ipocrisia

By

8 Febbraio 2017:  Messaggio dato alla veggente Giglio del Santo Volto

Dio Padre: Italia sconvolta, affamata, povera, subirà prigionia e invasione

Il tuo vanto, Israele, sulle tue alture giace trafitto! Perché sono caduti gli eroi?
(2 Samuele 1:19)

Riferirai: Ascoltate la parola del Signore, o re di Giuda e abitanti di Gerusalemme. Così dice il Signore degli eserciti, Dio di Israele: Ecco io manderò su questo luogo una sventura tale che risuonerà negli orecchi di chiunque la udrà,
(Geremia 19:3)

 

"Figli Miei, non allontanatevi da Me o non potrò fornirvi la protezione di cui avrete bisogno.

Il susseguirsi degli eventi dovrebbe far sì che gli uomini possano comprendere il difficile momento della storia umana.

Tutto è in evoluzione e nello sconvolgimento, mentre una piccola percentuale di cuori umili risponde agli appelli inviati pregando e offrendo penitenze e rinunce.

Oh figli Miei, se vedeste quello che subiranno le vostre amate terre!

Piangereste offrendo quanto possibile affinché i vostri figli non vedano e non vivano le catastrofi ambientali e le anguste conseguenze!

Un 'Italia divisa nel suo territorio.

Un'Italia abbandonata a se stessa dal resto delle nazioni.

Un'Italia sconvolta e affamata, povera e ridotta ad elemosinare calore, cibo e acqua.

Come se non bastasse, essa subirà la prigionia e l'invasione.

Nulla potranno i leader al potere.

Si piegheranno alla mala sorte, impotenti poiché mancheranno le difese.

Solo voi, Miei amati figli, potrete fornire protezione e aumentare la difesa, prima che i passi dei nemici dell'Est si muovano in vostra direzione.

È già in atto il programma d'invasione; da tempo è stato pianificato con la collaborazione di coloro che vivono nella falsità e nell' ipocrisia.

Guardate, come risultano palesi i loro intenti e l'abominio prende piede estendendosi a macchia d'olio.

È pur vero che la preghiera dei Miei figli ha risvegliato molti cuori dal sonno ma essi, saranno così forti da sostenere il peso della verità prima che sia inviato l'Atto di Misericordia e lottare per difenderla?

Il seme cade, ma spesso non germoglia.

L'uomo fatica a mantenere il punto sulla verità dei fatti.

L'uomo non è forte e non sostiene il peso schiacciante della mala società alla quale presto, torna ad adeguarsi.

Ecco perché giunge il momento dell'incontro con Mio Figlio; perché l'uomo non si perda oltre e acquisisca nuova forza nello spirito, affinché conosca la Verità e la sua vera Origine non più disprezzandola, ma assegnandole il valore che merita.

Esulto come Padre, perché Ho un Dono speciale in serbo per tutti coloro che non Mi Hanno ancora conosciuto e che desidero riabbracciare paternamente.

Gioite Figli Miei e attendete felicemente quanto promesso.

Seppur sarete nella sofferenza e nel disagio, saprete che occorre la giusta purificazione per guadagnare la ricompensa e questo vi offrirà una forza maggiore e una migliore sopportazione dei cataclismi e dei flagelli iniziati.

Cogliete gli appelli venienti da ogni angolo della terra.

Vedrete, che ogni fatto predetto si verificherà.

Non spetta a voi conoscere il giorno, ne l'ora.

Sappiate in ogni modo, che tra Dio Padre e i Propri figli esistono una forte collaborazione e armonia.

Affinchè possiate meglio comprendere: Sono ancora in attesa di chi, lentamente, si è incamminato nel sentiero della Verità.

Questa è la ragione per cui la tempistica non è conosciuta all'uomo, ma in gestione a Dio.

Accettate e non tentate il Signore vostro; mantenete la fede.

Non vacillate, ma trovate in voi la forza di fidarvi dei Piani del Padre ed infine, avrete le risposte attese.

Non temete, bensì siate forti nella fede e diverrete portatori di speranza laddove sembrerà perduta.

Vi amo e attendo con voi il momento dell'Incontro esortandovi a prepararvi degnamente per ricevere la Gioia attesa.

Dio Padre, Giustizia e Misericordia vi benedice."

 

Difatti come punisti gli avversari,così ci rendesti gloriosi, chiamandoci a te.
(Sapienza 18:8)

Non fu trovata menzogna sulla loro bocca; sono senza macchia.
(Apocalisse 14:5)

Questo è un segno del giusto giudizio di Dio, che vi proclamerà degni di quel regno di Dio, per il quale ora soffrite.
(2Tessalonicesi 1:5)

Nessuno vi inganni in alcun modo! Prima infatti dovrà avvenire l'apostasia e dovrà esser rivelato l'uomo iniquo, il figlio della perdizione, colui che si contrappone e s'innalza sopra ogni essere che viene detto Dio o è oggetto di culto, fino a sedere nel tempio di Dio, additando se stesso come Dio.
(2Tessalonicesi 2: 3, 4)

Fonte: Giglio del Santo Volto