Come nei tempi dell'Egitto, insetti e parassiti invaderanno la terra

Il Padre Mio permetterà l'invasione di questi insetti per ammorbidire il cuore di questa umanità ingrata e peccatrice

By

22 novembre 2018
Appello urgente di Gesù il Buon Pastore al suo gregge.
Messaggio ad Enoch.

Come nei tempi dell'Egitto, insetti e parassiti invaderanno la terra

"Pecorelle del mio Gregge, la mia Pace sia con voi.

Gregge mio, il cavaliere della peste, della guerra, della carestia e delle piaghe, è prossimo a versare la sua coppa sugli abitanti della terra. Molto presto il vostro mondo sarà invaso da milioni di insetti di tutte le specie che divorano le colture e portano siccità e carestia. Nessun pesticida o medicina potrà sconfiggerli; soltanto la preghiera, il digiuno, e la penitenza, che farete, li terrà lontani. L'antidoto agli insetti nocivi sarà la lode e supplica a Dio.

Come nei tempi dell'Egitto, insetti e parassiti invaderanno la terra, questo sarà un altro segno che il Cielo vi invia, nella speranza di vedere se questa umanità riflette e ritorna all'amore di Dio. Per un tempo andrete a convivere con tutti i tipi di parassiti, insetti e zanzare, i quali saranno immuni ai vostri pesticidi. Il peccato di questa umanità, l'abuso di sostanze chimiche e pesticidi, sommati alla trasformazione della creazione, è ciò che risveglierà dalle profondità della terra una varietà di insetti e zanzare che hanno subito una mutazione, molti dei quali non li conoscete.

Il Padre Mio permetterà l'invasione di questi insetti per ammorbidire il cuore di questa umanità ingrata e peccatrice, che rifiuta di accettare l'esistenza di Dio. Come il Faraone d'Egitto ai tempi di Mosè, nello stesso modo è questa umanità di questi ultimi tempi; piena di ribellione e di orgoglio. Questo è il motivo per cui il Padre mio vi invierà gli insetti affinché sappiate che Egli è il Sovrano dell'universo; che non è un Mito, né una leggenda, né un essere immaginario; ma il Dio Vivente, che governa con Misericordia, Giustizia e Saggezza, la creazione e le creature.

Gregge mio, siate preparati e non disperate quando il cavaliere della peste, della guerra, della carestia e delle piaghe, versa la sua Coppa sulla terra. Unitevi nella preghiera e cantate inni di lode al vostro Padre celeste, affinché possa rendervi quei giorni più sopportabili. Vi annuncio quindi in anticipo gli eventi che stanno giungere, in modo che vi prepariate e nulla vi colga di sorpresa.

Pecorelle del mio Gregge, tutto il passato ritorna e l'uomo non impara dai suoi errori; ecco perché la sua storia è chiamata a ripetersi. Dio ama tutte le sue creature, ma odia il peccato dell'uomo; proprio per come vi ama, egli vi corregge, affinché raddrizziate il cammino e riprendiate il sentiero della salvezza. È il vostro peccato la causa della vostra disgrazia, siete voi che con il vostro peccato, svegliate la Giustizia Divina. Ricordate che Dio è Amore e Misericordia, più Padre che Giudice; solo che opera con la sua Giustizia quando tutti i meccanismi di riconciliazione si sono esauriti, come è il caso di questa generazione ingrata e peccatrice.

Il flagello degli insetti, delle zanzare e dei parassiti, è un richiamo all'attenzione prima del castigo, per vedere se vi svegliate dal letargo spirituale, che la smettiate di infrangere i Precetti Divini e che riprendiate il cammino della salvezza. Riconsidera quindi umanità, il Cielo è in attesa della vostra conversione; avvicinatevi quanto prima a questi ultimi millesimi di Misericordia, perché il Padre mio non vuole la vostra morte, ma che viviate eternamente.

La mia Pace vi lascio, la mia Pace vi do. Pentitevi e convertitevi, poiché il Regno di Dio è vicino.

Io sono il vostro Maestro, Gesù il Buon Pastore.

Fate conoscere i miei messaggi a tutta l'umanità, pecorelle del mio Gregge."

Fonte: mensajesdelbuenpastor