Apocalisse rivelata: La città di Dio

Cristo è pronto a concludere la lunga lotta per la sopravvivenza, il combattimento dell'uomo contro Satana e la morte

By

CAPITOLO XXIII (23)

LA CITTÀ DI DIO

Gabriele, Arcangelo di Dio e di Maria Regina degli Angeli:

"Leggi gli ultimi due capitoli della Rivelazione di San Giovanni.

La Nuova Gerusalemme è la Città di Dio, dimora della Regina del Cielo.

Il luogo sacro nella Nuova Terra, dove tutti coloro che sopravviveranno gli ultimi giorni, riceveranno immense benedizioni.

E io vidi un Nuovo Cielo e una Nuova Terra, perché il primo cielo e la prima terra erano spariti, e il mare non esiste più.

E vidi la Città Santa, la Nuova Gerusalemme, che scendeva dal Cielo, da presso Dio, pronta come una sposa abbigliata per il suo sposo.

E udii venire dal trono una forte voce che diceva: "Ecco la dimora di Dio fra gli uomini! Egli abiterà con loro; essi diverranno il Suo popolo e Dio stesso sarà con loro come loro Dio.

Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non vi sarà più morte, né lutto, né grido, né più alcun dolore, perché le cose precedenti sono sparite...".

La Città Santa scenderà dal Cielo. Questa è Maria, la Madre di Dio e di tutti i Suoi figli, che con Lei, sono passati dalla tribolazione al mutamento della terra a causa delle radiazioni cosmiche.

Maria è la dimora di Dio con gli uomini.

Poiché Ella fu la porta attraverso cui Cristo venne a vivere con gli uomini, sarà la sola che porterà Dio all'uomo sulla Nuova Terra per sempre.

A Lei l'umanità deve andare per trovare Dio, per vederLo faccia a faccia.

Ora, dove Maria dimora sulla Nuova Terra, vi è una città che sorge dal Giardino dell'Eden.

In Genesi 2,8-14 è descritto il luogo chiamato Paradiso.

Leggiamo la descrizione del Giardino dell' Eden nella Genesi, per poi confrontarla con la descrizione del Capitolo ventiduesimo dell'Apocalisse (di San Giovanni).

Questo luogo santo avrà il fiume dell'acqua della vita, distinto dall'Albero della Vita che produce dodici frutti, fruttificando un frutto ogni mese, mentre le foglie servono a guarire le nazioni...

E non vi sarà nulla di maledetto.

In Lei sarà il Trono di Dio e dell'Angelo.

I Suoi servi Lo serviranno, vedranno il Suo Volto e porteranno in fronte il Suo nome.

L'Albero della Vita è l'albero che stava nel Giardino dell'Eden.

Cosa potrebbe essere? Il fiume dell'acqua della vita scaturisce dal trono di Dio.

Sulle due rive del fiume, e in mezzo alla piazza della città, sta l'Albero della Vita.

Adesso ascolta queste parole.

Non vi sarà cosa maledetta nella Nuova Gerusalemme.

Satana, che una volta entrò nel Giardino dell' Eden, non potrà più entrarvi.

Sarà incatenato e bandito per sempre.

In Cielo, proprio al di sopra del luogo sulla terra dove vi è posto il Giardino dell'Eden, DIO E CRISTO REGNERANNO IN TRONO.

La luce della loro Gloria è il fiume dell'acqua della vita che illuminerà tutto il giardino del Paradiso, e direttamente sotto il trono, continuamente immersa della Gloria di Dio, vi è Maria, l'Albero della Vita.

L'Albero della Vita produce dodici frutti, ciascuno nella sua stagione.

Il primo fu Cristo; il secondo, gli Apostoli; il terzo, la Chiesa; il quarto, i martiri; il quinto, i preti; il sesto, le suore; il settimo, i Cristiani; l'ottavo, i santi; il nono, il Rosario; il decimo, lo Scapolare marrone; l'undicesimo, le apparizioni di Lourdes, Fatima, ecc. ; il dodicesimo, I SUOI FIGLI DEGLI ULTIMI GIORNI.

E le foglie per la guarigione delle nazioni sono le Sue preghiere in risposta alle preghiere del Rosario.

Ella sta in mezzo alla piazza, direttamente sotto i raggi della Gloria del Trono di Dio.

I pellegrini della Nuova Terra vengono a Lei.

Devi ricordare che Maria può spostarsi rapidamente da un posto all'altro e non sta sempre in un posto solo. Quando è cercata, Ella è lì in Paradiso, e le porte non sono chiuse: lì non vi è notte.

Gli Angeli e i Santi La visitano.

Ella è la loro Regina.

Vi troverai gli Apostoli e Gesù, quando Lei Lo chiama per incontrare uno dei Suoi figli, faccia a faccia. I Patriarchi La conoscono e L'amano.

Essi sono Mosè, Abramo, Davide, Elia, Ezechiele, Daniele, Simeone e altri profeti; le sante donne, Maria Maddalena, Ruth, Ester, Sara, Elisabetta e sua madre S. Anna.

Oseresti venire con noi per fare un pellegrinaggio lì?

Non possiamo andare senza prima recitare il rosario.

Tutti si inginocchiano in cerchio.

Mentre preghi vedrai Maria, la Regina del Paradiso, che sta sollevata da terra in mezzo al cerchio.

Ella concede il permesso di vederLa nel Giardino... Immediatamente, tutti sono avvolti in una brillante sfera di luce e subito dopo, siete davanti a una delle dodici porte del Paradiso».

Gabriele, Arcangelo di Dio e di Maria Regina degli Angeli.

 

Raffaele, Arcangelo di Dio e di Maria Regina degli Angeli:

"L'ALBERO DELLA VITA RAFFIGURA LA VERGINE MARIA, non la Chiesa, come è stato insegnato una volta.

E L'ALBERO DELLA VITA FU NEL GIARDINO DELL'EDEN QUANDO ADAMO ED EVA VI FURONO. MARIA, LA MADRE DI DIO, FU NELLA MENTE DI DIO QUANDO EGLI CREÒ IL GIARDINO DEL PARADISO. ELLA FU, SIN DALL'INIZIO CON DIO, L'ALBERO DELLA VITA.

Questa Donna, destinata a schiacciare la testa a Satana, lo conobbe ed osservò la caduta di Eva. Per tutto questo tempo fu nella mente di Dio.

Ella ci fu dal principio, e alla fine continuerà ad esercitare una parte di donatrice di vita.

L'inizio e la fine della Bibbia pongono la Vergine Maria nel Giardino dell'Eden. «Io sono l'Alfa e l'Omega, l'inizio e la fine», dice Dio.

EGLI HA SCELTO LA SANTISSIMA VERGINE MARIA PERCHÉ PARTECIPASSE ALLA SUA GLORIA DALL'INIZIO, ALLA FINE DEGLI UOMINI DELLA VECCHIA TERRA.

Quando Ella stava nel Giardino, dove Adamo ed Eva furono creati, vi era anche Satana.

I DUE AVVERSARI, DESTINATI AD AVERE POSTI IMPORTANTI NEL DESTINO DEGLI UOMINI: SATANA PER CONDURRE GLI UOMINI ALL'INFERNO E MARIA PER CONDURRE GLI UOMINI AL CIELO.

Nella Nuova Gerusalemme, la Città Santa, nel Giardino del Paradiso della Nuova Terra, vi starà soltanto Maria. Satana sarà stato finalmente sconfitto. E SARÀ STATA RAGGIUNTA LA META FISSATA DA DIO PER L'UOMO. INFINE, IL GRANDE PIANO DI DIO, AVRÀ RAGGIUNTO LA SUA GIUSTA CONCLUSIONE.

Tutte le generazioni da Adamo ed Eva hanno favorito il piano di Dio Onnipotente. A causa del peccato, esso ha preso migliaia di anni.

Ha preso tanti secoli per raggiungere nel tempo questo punto.

Dio, nonostante l'inganno di Satana, ha attirato a Se stesso, gli uomini attraverso gli anni.

FURONO MARIA E IL SUO CONSENSO A PORTARE IL FIGLIO DI DIO SULLA TERRA, CHE FECE DEFINITIVAMENTE PENDERE LA BILANCIA DAL LATO DI DIO.

'Alleluia', gli Angeli cantano un nuovo canto, perché il piano di Dio sta raggiungendo il Suo fine.

Quante migliaia di anni Dio è stato ad aspettare quest'ultimo anno della prova delle anime degli uomini?

È quasi finito. Il sipario è calato sull'ultimo atto.

Maria sta lottando per condurre i Suoi figli a Cristo Suo Figlio.

È Lui che possiede il segreto della vita eterna, ed è Maria che apre la porta a Cristo.

Se sei pronto a crederlo, Cristo è pronto a concludere la lunga lotta per la sopravvivenza, il combattimento dell'uomo contro Satana e la morte.

Cristo può darti l'acqua del fiume della vita eterna. L'Albero della Vita, Maria, è irrigato da questo fiume.

Ella non ha potere se non quello che Dio le dà. Non ha altra volontà che fare la volontà di Dio. Non ha altro piano se non aiutare ad attuare il piano di Dio.

Il Giardino del Paradiso fu fatto per Lei. E quelli che sopravviveranno al furioso attacco del male, entreranno nel Giardino per trovarLa.

Ella, nella Sua bellezza, accetterà, alla fine, l'omaggio dell'uomo. I Santi e gli Angeli si sono inchinati dinanzi a Lei e l'hanno proclamata loro Regina.

ELLA È LA SPOSA DELLO SPIRITO SANTO, LA MADRE DEL FIGLIO DI DIO.

Ella ha un trono eterno accanto al Gran Trono di Dio. LEI SARÀ ACCLAMATA DA TUTTI GLI UOMINI REGINA DELL'UNIVERSO!

Finalmente tutti La conosceranno e L'ameranno per i Suoi incessanti sforzi per cercare di portare le anime nel Regno di Dio.

Ella ha svolto il Suo compito. I cuori degli uomini si commuoveranno alla sola vista della Sua bellezza.

Se sei pronto ad incontrarLa, entreremo insieme attraverso la dodicesima porta.

Va' incontro a Lei. Ella sta aspettando il tuo omaggio".

Raffaele, Arcangelo di Dio e di Maria Regina degli Angeli.

 

Gabriele, Arcangelo di Dio e di Maria Regina degli Angeli:

«La porta è aperta. È facile entrare nella Città Santa. Esiti solo un istante, e poi con la tua famiglia e con gli amici cammini lentamente nel bellissimo Paradiso. L'Angelo alla porta è Raffaele.
Vedi davanti a te la luce, che fluisce di cieli, e in mezzo alla piazza sta una Donna, circondata dagli Angeli. È alta. Subito non riesci a vedere il Suo volto.

Gettando indietro lo sguardo al muro, vedi che è come diaspro.

È verde scuro che accoppia il verde scuro della prima pietra, su cui è scritto il nome dell'Apostolo San Pietro.

Tu vedi le undici prime pietre.

Ciascuna è una pietra preziosa di diverso colore, su cui è scritto il nome di un Apostolo.

Le strade sotto i tuoi piedi sono di oro puro, ma soffici come un cuscino.

Gli edifici d'oro puro della Città sono così trasparenti, che si può persino vedere attraverso i vetri, anch'essi color dell'oro.

Nella Città vi sono giardini in cui si trova ogni specie di albero che dà vita a deliziosi frutti da mangiare.

E sui rami, vi sono uccelli di ogni specie, mentre in mezzo agli alberi e ai fiori, girovagano animali miti e contenti, di tutte le specie terrestri, come sulla vecchia terra.

Attraversi diversi giardini, sulla via al centro della Città. Altri vanno attraverso la Città, e la gente entra ed esce dagli edifici.

Si suona musica. Però nessuno parla. Gli Angeli si muovono sopra e sotto di te. Non hanno ali. Si distinguono dai Santi per gli occhi splendenti che sembrano avere un'interno di fuoco.

L'Arcangelo Raffaele parla dolcemente. Ascolti la sua voce nella tua mente.

Egli spiega che solo la nazione più onorata vive qui, il popolo più grande della terra che ha raggiunto un alto grado di santità grazie alla preghiera, al sacrificio e alla penitenza.

In una casa dimora Lucia di Fatima. I Santi e gli Angeli la visitano.

Ella è spesso alla presenza di Dio. La Santissima Vergine, sua Regina, è una sua cara amica.

Dopo il pellegrinaggio, che ti porterà al cospetto della Santissima Madre di Dio, avrai il tempo di visitare le altre insigni persone che si soffermano vicino a Lei.

L'Apostolo Giovanni, forse, o Maria Maddalena, oppure suo cugino Giovanni Battista.

Sei confuso dal pensiero di essere vicino a questi meravigliosi figli di Dio.

Allora ti avvicini alla luce che scende dal Cielo.

Questa, osservi, è come una specie di scala. Angeli e Santi salgono e scendono.

Da loro emanano luci più piccole, per nulla paragonate alle viventi.

Sono rutilanti onde di luce che provengono dal luminoso splendore, lassù.

È come un fiume! Scorre verso di Lei e quando La raggiunge, si divide in quattro ruscelli per defluire verso il Nord, Sud, Est ed Ovest, della Città.

Non osi andare verso il fiume che scorre accanto alla strada che stai attraversando.

Abbassi i tuoi occhi per vedere solo il pavimento d'oro. Allora gli Angeli si fermano.

Ti fermi anche tu come se una forza si fosse stesa a trattenerti. Senti la Sua presenza.

Prima vedi i sandali ai Suoi piedi. Non osi alzare gli occhi.

Ti inginocchi come si fa in presenza di una Regina.

L'Arcangelo Raffaele ti invita ad alzarti. Sollevi lentamente lo sguardo, e allora il tuo respiro si arresta perché tu vedi la Regina del Cielo!

Le parole non possono descrivere la Sua bellezza.

Tutti trattengono un profondo respiro, smarriti per lo stupore e per l'ammirazione!

Gli Angeli La seguono. I figli La circondano da ogni lato, tranne da quello dove sei tu. Ai Suoi piedi giacciano ghirlande di rose.

La Sua corona è fatta di dodici diamanti simili alle stelle.

I Suoi capelli scendono fino alla vita. Indossa una veste bianca, lunga sino alle caviglie, ricamata con diamanti e smeraldi. Il Suo manto è blu ermellino guarnito d'oro.

Ella sorride! Oh, il dolce volto della Madre di Dio non è cambiato!

I Suoi occhi sono caldi e scuri. Il Suo saluto è benevolo. Ogni timore è svanito.

Non vedi altro che Lei. Non sai per quanto tempo Le parli.

Ma finalmente Ella dirige i tuoi occhi verso un'altra figura che si avvicina.

È un uomo. Cammina lentamente, verso di te, con le mani stese in saluto.

VEDI LE STIMMATE SUI PALMI DELLE MANI E CADI PROSTRATO DAVANTI AL TUO SIGNORE E TUO DIO!

Non tardi a capire che Egli è la figura più importante della Città.

Tutti i Santi, gli Angeli e gli uomini della Nuova Terra si prostrano in onore del loro Re.

Quando si alzano, li segui e il coro degli Angeli intona un canto di lode a Cristo.

Ti unisci a loro. Egli rimane dolcemente ad attendere finché è finito.

Raffaele ti dice che Cristo appare nella Città Santa come un fanciullo, come bambino o un giovane. Spesso nella forma in cui ora Lo vedi.

Cristo, che percorse la vecchia terra, sembra proprio lo stesso dei dipinti che vedesti prima che la terra fosse fatta nuova.

Cristo si rivolge prima alla Sua Santissima Madre. Poi Lei ti presenta, e l'estasi del tuo amore per Lui, porta alle tue labbra parole di lode, di onore e di gioia.

Egli ascolta, poi fa un cenno con la mano per zittirti. Egli cammina con te, ti benedice e parla ai tuoi figli. Cammini insieme per la Città ed Egli ti svela tante cose.

Quando ritorni da Maria, scopri che Egli è andato via. Raffaele spiega che in Cielo, davanti al Trono del Signore, Lo vedrai nel Suo aspetto più puro. Lo conoscerai, ma non gli parlerai.

Maria ti parla dolcemente del Suo amore per te e per la tua famiglia.

Tu rispondi ringraziando per il Suo aiuto, per la Sua misericordia e per il Suo amore.

Ti inginocchi e baci i Suoi sandali.

Poi, Raffaele ti riconduce alla dodicesima porta. Si accomiata e tu torni, a piedi, attraverso la porta. Una sera di luce circonda tutti voi e vi trovate nel Nord-ovest di quella che una volta era l'America.

Sedendo sull'erba calda, parli di tutto ciò che hai visto e ascoltato. Hai davvero visitato il Paradiso, la Città Santa e l'Albero della Vita.

È COME SE FOSSI TORNATO AL PRINCIPIO DELLA CREAZIONE.

IL GIARDINO DELL'EDEN È FINALMENTE REALTÀ!".

Gabriele, Arcangelo di Dio e di Maria Regina degli Angeli.